Agatha Christie: comparazione con Stephen King

30/05/2018

 

Agatha Christie nacque a Torquay, il 15/9/1890 alle ore 4:00.

 

Il Sole è situato nel metodico e preciso segno della Vergine, proprio sulla cuspide tra la casa I e la 2ª.

La casa 2ª, ospita anche la Luna e Mercurio, che aggiunti alla presenta di altri cinque pianeti nell’emisfero sud della sua carta natale, ci offre una chiara indicazione di quanto fosse importante per lei il legame con il proprio territorio ed il clan, infatti, nonostante si sia trovata nelle circostanze di compiere numerosi viaggi, sentiva sempre la necessità di tornare a casa.

I ritmi della scrittrice tendevano ad essere piuttosto lenti ed era altresì marcata la necessità di avere certezze e rassicurazioni; ciò nonostante, i trigoni che la Luna forma con Plutone e Nettuno, la spingevano alla costante ricerca di esplorare mondi diversi, di essere circondata da grandi spazi e di vivere quelle situazioni intriganti che ben difficilmente si possono trovare all’interno del proprio protettivo guscio familiare, in cui tutto è chiaro e prevedibile. Ecco allora che i suoi romanzi divengono l’ambiente ideale in cui esprimere sia la necessità di fantasticare del suo Nettuno, che le richieste di esplorare l’inconscio e di dar vita a situazioni oscure ed intriganti del suo Plutone. La loro posizione in casa X e i quinconce di Urano, Mercurio e Marte al M.C. le garantiscono l’affermazione negli scritti e il successo.

Il Giove in 5ªcasa quinconce armonico a Saturno in casa I, le permetteva di calcolare per gioco ma con precisione gli introiti che avrebbe ottenuto grazie al proprio lavoro! 

Nonostante l’indiscutibile successo e notorietà che ottenne in vita, la Christie ebbe sempre la tendenza a considerarsi una persona comune, Sole e Saturno in Vergine, riteneva, infatti, il suo secondo marito, archeologo, il vero genio di casa. 

La quadratura che Saturno forma con Nettuno e Plutone segnala il timore dell’autorità. Nella sua biografia riporta un evento che l’aveva vista protagonista nell’infanzia, durante il quale era stata duramente redarguita dal proprietario di un campo nel quale si era fermata a raccogliere dei fiori: lo spavento era stato di tale intensità da segnarla durevolmente

La Luna, in casa 2ª-Toro, in trigono a Giove rispecchia la particolare abilità che aveva nel canto lirico: era solita cantare insieme al fratello ed, in effetti, proprio la professione di cantante sarebbe stata la sua più grande aspirazione, ma la sua natura timida ed introversa, simboleggiata dall’Ascendente in Vergine e da Saturno in I, leso da Plutone, le aveva impedito di realizzarla, provocandole un grande dolore.

Agatha iniziò a scrivere i suoi famosi gialli; cerchiamo ora di comprendere la ragione della sua propensione proprio per questo specifico genere narrativo: la scrittrice, del segno della Vergine, presenta Mercurio in Bilancia, che la spinge ad essere particolarmente realistica e concreta nella costruzione delle trame dei suoi scritti, inoltre, essendo la Bilancia uno dei domicili di Saturno, le capacità logiche e analitiche ne risultano particolarmente accentuate; il trigono che invece Mercurio forma con Plutone indica il suo amore per i viaggi all’interno della psiche, dell’inconscio, nonché l’inclinazione a creare situazioni intriganti e macabre. Mercurio presenta un trigono anche con Nettuno, il che è riscontrabile nelle emozioni che la scrittrice riusciva a trasmettere nei suoi scritti. 

L’unico aspetto negativo che presenta il Sole della nostra giallista, è la quadratura con Marte, posto in Sagittario in casa IV. In effetti, la Christie ebbe forti difficoltà nel rapporto con il primo marito, un eccellente pilota, che però al termine della guerra entrò in una profonda crisi esistenziale, non sapendo che scopo dare alla propria vita. Durante il momento di grave crisi personale, dovuto alla morte della madre, cui la nostra scrittrice era profondamente legata, il marito iniziò una relazione adulterina e chiese il divorzio. Agatha ne rimase così sconvolta da sparire per dieci giorni, dei quali non rimane traccia nella sua biografia. Una volta tornata a casa e ritrovato l’equilibrio, la scrittrice accetta la separazione e parte per un viaggio, durante il quale incontrerà il suo secondo marito, un archeologo di quattordici anni più giovane di lei. 

Confronto tra i temi natali di Agatha Christie la regina del giallo e Stephen King il re del thriller.

 

Stephen King non solo è del segno della Vergine come Agatha Christie, ma i due hanno addirittura il Sole in congiunzione; inoltre presenta, come lei, Saturno in I casa: tale posizione li spinge a presentarsi sempre con un atteggiamento molto serio, distaccato e razionale, che permetta loro di nascondere completamente le emozioni, però King, avendo in I casa anche Plutone, sente maggiormente la necessità di manifestare la personalità e di porsi in primo piano.

La Luna di King è in Sagittario, in trigono a Plutone e Saturno, il luminare della Christie faceva analogo aspetto con Plutone e con Nettuno.

Laddove Agatha Christie presentava una quadratura tra Saturno e Plutone, Stephen King ha i due pianeti congiunti: in entrambi la coscienza è legata al luogo interiore in cui i contenuti inconsci della psiche emergono spesso sotto forma di incubi e paure. A tal proposito, anche Stephen King è facilmente impressionabile. Il trauma infantile che lui stesso afferma averlo maggiormente segnato, è stato la visione di un film sugli alieni, racconto che l’aveva spaventato a tal punto che da allora manterrà una notevole paura del buio e dormirà con la luce accesa.

Il Sole è congiunto a Venere e, seppur largamente, a Nettuno: ciò è riscontrabile nell’improvvisa sparizione del padre che ad un certo punto della sua vita se ne andò di casa.

La carta natale del romanziere americano presenta inoltre numerosi altri punti in comune con quella della scrittrice inglese: anche King ha otto pianeti nell’emisfero sud; laddove lui porta Plutone e Saturno in trigono alla X casa, lei ha i due pianeti della medesima casa. Se l’amore per la narrativa dell’orrore e l’analisi delle profondità dell’inconscio umano è simboleggiata in King da Mercurio in sestile a Plutone, la Christie ha gli stessi pianeti legati da un trigono. Dove il Mercurio dell’uno è congiunto a Nettuno, quello dell’altra li presenterà in rapporto di trigono. King ha tre pianeti, tra cui Venere, in terza casa; la Christie ne ha due, tra cui, ancora una volta, Venere.

Come la nostra giallista, Stephen King lavora con grande metodo e disciplina: scrive ogni giorno per due ore cinquecento parole, tranne per due giorni all’anno durante le festività comandate.

Entrambi divengono notevolmente ricchi grazie al proprio lavoro, cosa riscontrabile dalla comune posizione di Giove in 5ªcasa, ma, mentre la Christie lo presenta in Acquario e in quinconce armonico a Saturno, King lo porta in Scorpione in aspetto di sestile col Sole, di quadratura con Saturno e di quinconce dissonante con Urano, dunque, se l’una era in grado di calcolare con precisione l’ammontare dei propri introiti, l’altro risulta essere lo scrittore più pagato al giorno d’oggi, ma, come indicano le dissonanze, egli trascorse un periodo il ’72 in cui si trovò a vivere in ristrettezze a causa di una serie di pessimi investimenti finanziari, per mantenersi, decise allora di eliminare due strumenti tipicamente simbolici della terza casa, ovvero l’auto ed il telefono, trovando inoltre un lavoro anch’esso riconducibile alla suddetta casa: il benzinaio.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Previsioni 2020

24/11/2019

1/7
Please reload

Post recenti

11/24/2019

11/20/2019

10/02/2019

09/03/2019

08/03/2019

07/03/2019

06/03/2019

05/03/2019

Please reload

Archivio