Aquario

 
 

Quanto tutto tace e la natura è avvolta sotto le coltri di neve silenziose arriva il periodo dell’Aquario, un tempo in cui gli esseri viventi sopravvivono con poco alle sferzate dell’inverno. Sottoterra, intanto, i semi piantati in autunno sviluppano le radici la cui diramazione, dipendendo dal terreno più o meno morbido e fertile, segue la direzione che più conviene.

Da ciò si può dedurre che le caratteristiche principali del segno sono l’utilitarismo, l’opportunismo, e l’adattamento. Diplomatico, versatile e capace di adattarsi ad ogni condizione avversa, il nativo riesce a sopravvivere e proliferare in qualunque circostanza. Ha una mente razionale, brillante, originale e capace di pensare fuori dagli schemi: lungimirante come un perfetto giocatore di scacchi, pianifica almeno tre mosse prima dell’avversario, guarda oltre il presente e sa leggere i segni per piegare il futuro alle proprie esigenze. Non ama gli scontri, le lotte, le discussioni: preferisce usare tatto e astuzia per applicare la diplomazia anziché la violenza.

Ad animarlo, però, non è uno spirito naïve e innocente ma un carattere calcolatore che fa leva sulla dialettica per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo. Pensa fuori dagli schemi e ad altissima velocità per cui arriva a soluzioni originali e insolite.

L’amicizia è per il tipo aquariano di fondamentale importanza ed è quindi naturale per lui avvicinarsi con estrema facilità agli altri, con cui sa instaurare rapporti all’interno dei quali poter godere delle affinità mentali e agire in modo consono agli ideali comuni. Ama comunque viverla in una dimensione pratica, riservando piacevolmente il tempo per lo stare insieme, magari dedicandosi a studi o ad interessi culturali, se non ad attività assistenziali. Adora la possibilità di avere uno scambio continuo e un arricchimento reciproco, altrimenti il rapporto langue e diventa monotono e non sfocia in nuove opportunità.

I rapporti si complicano però quando da amichevoli si tramutano in intimi, o amorosi, proprio perché gentilezza e diplomazia facilitano un accordo superficiale, ma nascondono anche un vuoto emotivo-affettivo, che non tarderà ad affiorare.

L’anima gemella può fare capolino quando meno se l’aspetta, ad una cena tra amici o durante un party. Quando il nativo la conosce inizia ad avvicinarsi con estro e simpatia: la invita subito ad accompagnarlo ad un evento, sia esso legato alla beneficenza o all’esplorazione della natura. Parte da un approccio amicale, così suscita nel partner gelosia o malumore: la sua dolce metà vorrebbe essere il centro del suo mondo, la luce dei suoi occhi e il dio o la dea delle sue adorazioni, invece non si sente poi così unica e speciale.

Il tipo aquariano consuma già abbastanza energie nel quotidiano, nei rapporti sociali e negli incontri della vita di tutti i giorni per aver bisogno del sommo appagamento del sesso. La libido non è al primo posto nella sua esperienza di coppia. Infatti la presenza dei pianeti Urano, Nettuno e Saturno rispecchia l’atteggiamento distaccato che adotta durante l’amplesso: a prescindere dagli sforzi profusi per la maggior parte dei nativi del segno non risulta appagante. Il risultato della freddezza tra le lenzuola è una ricerca continua di nuovi partner per capire se sia dovuta a se stesso o al compagno/a.

Carolina Kostner.

La donna. La nativa del segno presenta un’anima divisa a metà: da un lato sente tutti gli slanci dell’indipendenza e della libertà, vorrebbe sempre esplorare sentieri poco battuti, allargare i propri orizzonti e andare oltre i limiti, come Urano e Nettuno vorrebbero, ma dall’altro Saturno le instilla quel senso del dovere che a volte sembra una zavorra del quotidiano. La versione di sé più tradizionale, familiare, casalinga cozza con la controparte.

Se il rapporto di coppia resta a due sfodera il lato migliore di sé, quello che ammalia il partner con originalità e dinamismo, che sa sorprendere, conquistare, sedurre con un pizzico di spregiudicatezza e leggerezza. Quando arriva la prole l’equazione si complica e il ruolo di madre impone un certo tipo di regole e confini che le stanno stretti. A pesare sono le insicurezze perché sembra chiedersi (ed è l’unica donna dello Zodiaco a farlo) se sia o meno all’altezza di questo ruolo.

La prima “minaccia” è proprio se stessa: ama sentirsi libera di scegliere e di cambiare idea, di trascorrere il tempo in compagnia, di frequentare le amiche, finendo così col sottrarre tempo ai propri figli, con i quali riuscirà ad instaurare solamente un rapporto amicale. Se ciò può rivelarsi positivo quando essi raggiungeranno l’età adulta, nell’infanzia possono risentire di non avere un punto di riferimento costante e sempre presente. Ciò non riguarda solo il numero di ore trascorse insieme, ma il tipo di atteggiamenti “da mamma” di cui viene privato, come le punizioni per le marachelle o le ricompense per un bel voto a scuola, quelle piccole e grandi sicurezze che acquisisce affettivamente sotto una supervisione adulta



Paul Leonard Newman.

L’uomo. L’habitat naturale, quello in cui l’Aquario si sente maggiormente a suo agio, è quello “affollato”: circondato da amici e conoscenti, trova la sua realizzazione nel ruolo di compagno-marito. Immaginatelo come un pavone che fa la ruota per esibire il proprio splendore: nel caso del nativo del segno, ama mostrare l’affiatamento di coppia a tutti coloro che gli sono vicini (che poi l’apparenza corrisponda alla sostanza del rapporto poco conta). Se si separa dalla partner, quindi, lascia di stucco tutti, fin troppo abituati a vederlo sempre felice e realizzato nel legame a due. Fino a quel momento, infatti, gli amici sono stati testimoni di tenere effusioni, delicatezze galanti e gesti amorevoli e poi, all’apparenza senza averne avuto alcun sentore esterno, tutto finisce.

Come genitore riesce ad instaurare un rapporto alla pari con i figli più grandi, proprio per la sua indole socievole e gioviale, ma con i più piccoli la musica cambia. Anche in questo caso, incapace di dettare regole e di assumere una posizione autoritaria, riversa le sue energie sulle dinamiche del gioco. In parte questi comportamenti sono frutto di un latente senso di colpa: sa di riservare alla prole un lasso di tempo limitato e quindi preferisce utilizzare gli spazi e i momenti insieme in un’atmosfera di leggerezza e complicità piuttosto che con ramanzine e punizioni.


Professioni. Il nativo è portato per la leadership e l’alta velocità. Sono particolarmente indicate le professioni in cui si trovi a dirigere, guidare, competere: che sia pilota di aerei o navicelle spaziali o macchine di Formula Uno, il risultato in termini di prestazioni sembra sempre soddisfacente. Qualsiasi altro ramo di questi settori lo gratificherebbe comunque, dal meccanico al costruttore.

L’indole del segno è legata anche ad attività di elettricista, elettrotecnico, tecnico informatico, programmatore e rivenditore di computer. Avvantaggiato anche il settore chimico che include analisti, tecnici di laboratorio e farmacisti. E quello legato alle attività diplomatiche che spaziano dalle ambasciate alle pubbliche relazioni, in ruoli comunque sempre attinenti a lavori uraniani.

Casa Undicesima

             

•Menopausa Andropausa

•Equilibrio ormonale Parità coniugale

•Conoscenze


Se nella casa 5ª è rappresentata l’esplosione degli ormoni, nell’opposta casa 11ª ci sarà il ridimensionamento di essi, perciò in questa casa, chiamata da sempre la casa dell’equilibrio, è simboleggiata la fase della menopausa e dell’andropausa. Per la donna questa tappa comporta il progressivo esaurirsi della produzione degli estrogeni e quindi il termine del ciclo mestruale, che segna la fine della fertilità e dà avvio a futuri cambiamenti fisici e psicologici. Anche l’uomo sarà coinvolto in un analogo percorso, denominato andropausa, in cui gli androgeni vanno lentamente esaurendosi.

Entrambi i sessi subiranno quindi un calo del desiderio sessuale e la comparsa di qualche disturbo fisico, più o meno avvertito a seconda degli aspetti positivi o negativi presenti nel tema natale e che coinvolgono la casa 11ª. Ma si stabilirà anche un equilibrio ormonale, che avvicinerà psicologicamente il comportamento maschile a quello femminile.


        

Ampio spazio trovano le “amicizie” e ciò dipende dal fatto che il soggetto che presenti i luminari in questa casa-segno stabilirà un legame d’amicizia con le figure genitoriali, la qual cosa, seppur positiva sotto certi aspetti, si rivela lesiva per il bambino, che non potrà contare sul punto di riferimento regolativo, ma anche strutturante, che deve essere il genitore. La gratificazione di sentirsi “alla pari” si alterna alla frustrazione di sentirsi inferiore, perché data la differenza di età tra genitori e figlio, non riuscirà a comprendere fino in fondo ciò che il genitore gli trasmette. Tutto ciò andrà a costituire le basi per un rapporto di rivalità. Il figlio, privato della stabilità data dalla famiglia tradizionale, perché spesso affidato a nonne, zie, amici o asili, tenderà a cercare altri punti di riferimento, che troverà tra gli amici, con i quali instaurerà un rapporto competitivo, analogo a quello sopra menzionato.

Molto spesso, infatti, il soggetto con i luminari in Aquario-undicesima casa, si sente tradito dalle amicizie, nonostante che a suo dire egli non si risparmi in nulla pur di prodigarsi per loro, non rendendosi conto che è egli stesso ad “ingannarli” per primo, proprio perché la tendenza a stabilire rapporti basati sulla rivalità e sull’utilitarismo prevale sull’affettività, d’altronde nessuno dei pianeti domiciliati in Aquario indulge a sentimentalismi. La dimostrazione è data dalla facilità con cui i nativi fraternizzano in brevissimo tempo, mostrando slanci che in realtà non sentono e passioni, che non provano, a chiunque capiti loro d’incontrare, in maniera del tutto indiscriminata: quindi manca all’interlocutore quell’importante ed essenziale certezza di occupare un posto speciale nel cuore dell’amico.

Pubblicato su Sirio

 


  1. Mese: 20 Gennaio - 18 Febbraio

  2. Gradi zodiacali: 300°- 330°.

  3. Segno d’aria: neutro.

  4. Urano: domicilio primario.

  5. Saturno: domicilio base.

  6. Nettuno: esaltazione.

  7. Geroglifico:       
    .
    Il disegno rappresenta l’ideogramma egizio dell’acqua, ripetuto due volte.
  8. Anatomia: circolazione sanguigna.

  9. Colore: azzurro.

  10. Piante: Serpentaria, sorbo, incenso, mirto, rosmarino, nardo.

  11. Profumo: Euforbio.

 

Caratteristiche generali dell’Aquario


  1. Compromesso, Opportunismo.

  2. Capacità di cambiamento, Diplomazia.

  3. Conoscenze, Equilibrio.

  4. Parità. Libertà.

  5. Mentalità scientifica, Tecnica.

  6. Massimo rendimento minimo sforzo.